Sentirsi bene nella propria pelle e nel proprio corpo è faticoso ma spesso a renderlo ancora più difficile sono i commenti inappropriati delle persone che ci circondano.
Imperfezioni, brufoli, acne e malattie della pelle sono spesso argomento di divertimento e beffa. È così che al body shaming si affianca lo SKIN SHAMING.

 

 

COS’È?
Lo skin shaming è l’atto di bullismo volto a discriminare una persona per l’aspetto della sua pelle. Oltre a creare disagio e insicurezze, questi commenti ledono l’autostima, promuovendo un ideale di bellezza perfetta del tutto irreale.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Peter DeVito (@peterdevito)

Fortunatamente sono tante le famose in Italia che si sono attivate per il movimento #skinpositivity: Matilda De Angelis, Aurora Ramazzotti e Giulia De Lellis si sono esposte in prima persona, mostrando le proprie imperfezioni tramite i social.
Un atto coraggioso ed empatico che ci fa sentire meno a disagio con la nostra pelle e ci aiuta a ridimensionare il nostro ideale di bellezza.

 Tutti soffrono di brufoli e impurità, in tanti di acne, ma è naturale, fisiologico e bisogna normalizzarlo. 

 

È difficile sbarazzarsi dell’opinione altrui ma come afferma Matilde De Angelis:  “Le nostre paure ci possono paralizzare o possono diventare una grande forza, sta a noi scegliere la strada.”

I NOSTRI CONSIGLI

💖 Inizia a seguire sui social profili sani e genuini che trattano temi come body-skin positive e che non utilizzano filtri;

💖 Circondati di persone che ti apprezzino per quello che sei e che non diano peso al tuo aspetto estetico;

💖 Prenditi cura con amore della tua pelle, dedicagli una coccola di benessere;

💖 Scegli prodotti dermatologicamente testati che promuovono #goodvibes come Perderma! Visita lo shop e trova la maschera più adatta alle tue esigenze cutanee!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.